#VogliamoSapere


Ieri un gommone con 120 persone che si trovava in acque libiche ha lanciato una richiesta di soccorso, raccolta per primi da Alarm Phone, comunicando che l’imbarcazione stava affondando e alcune persone erano già affogate. Dopo ore in cui MRCC ITA ci diceva solo di contattare i libici e i libici non rispondevano, senza che nessun SOS venisse diramato, abbiamo appreso che i soccorsi erano stati operati da un rimorchiatore che stava attendendo l’arrivo di una motovedetta inviata dalla Libia che da quel momento stava coordinando i soccorsi.
Da lì in poi il buio totale sulle informazioni. Nessun comunicato stampa, né dalle autorità italiane né da quelle libiche. Un tweet del Ministero dell’Interno italiano menziona il salvataggio senza dare alcuna informazione ufficiale e circostanziata.
Ci sono tante, troppe cose che non sappiamo e che siamo determinati a chiedere finché non avremo una risposta. Vogliamo conoscere la verità sui fatti e la sorte di ciascuna di quelle persone.
Ecco le nostre domande. Fai in modo che siano anche tue, le domande della società civile italiana che ancora crede nel valore della vita e della dignità umana: diffondile sui social con l’hashtag #vogliamosapere e indirizzarle alla Presidenza Del Consiglio Dei Ministri e al Ministero degli Interni.

#VogliamoSapere