MEDreport Luglio 2022


a cura della redazione del MEDreport

Nel mese di luglio il numero di persone che si sono ritrovate costrette a fuggire, ad attraversare il Mediterraneo e che sono riusciti ad arrivare in Italia è pari a 13.746. Tra questi, vi sono 1.341 minori non accompagnati. In una Lampedusa affollata di turisti, la struttura hotspot presente nel territorio è ancor una volta in ginocchio: oltre duemila uomini, donne, bimbi ammassati in attesa dei trasferimenti. Qualcosa già accaduto nei precedenti mesi, nei precedenti anni ma che, anche questa volta, continua ad assumere le vesti di novità.

Come riportato dalle cronache dei giornalisti che permettono di dar voce all’orrore presente, non vi è più divisione tra uomini e donne, migliaia di persone costrette a riposare su vecchi materassi sudici, tra polvere e rifiuti che invadono l’intero centro. Ad aggravare la situazione, in modo abbastanza prevedibile, l’inizio della campagna elettorale in Italia – mai terminata in realtà – coglie la possibilità di far tornare al centro del dibattito l’importante quanto fragile tema delle migrazioni.

Ne diventa tragico esempio il caso della Gamar, l’imbarcazione che il 3 ottobre del 2013 permise di salvare 47 persone. Oggi, invece, diventa spazio per far salire a bordo chi proclama la necessità di rafforzare i legami – ancor più – con la feroce Guardia costiera libica che, come si evince nelle pagine che seguono, continua quotidianamente i suoi respingimenti.

Qui il report completo del mese di luglio 2022 (link per il download):

Questi dati sono elaborati sulla base delle informazioni fornite dal Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del Ministero dell’Interno. I dati si riferiscono agli eventi di sbarco rilevati entro le ore 8.00 del giorno di riferimento.