MED report settembre 2022


a cura della redazione del MEDreport

Nel mese di settembre il numero di persone che si sono ritrovate costrette a fuggire, ad attraversare il Mediterraneo e che sono riusciti ad arrivare in Italia è pari a 14.157. Tra questi, vi sono 1.719 minori non accompagnati.

Numeri estremamente vicini a quelli del mese precedente. Eppure, per nulla vicini alla retorica dell’emergenza immigrazione che ha caratterizzato i precedenti mesi. Nelle urla dei politici troviamo la descrizione di un Paese per nulla vicina alla realtà. Un fenomeno ordinario, per converso, utilizzato e sfruttato per interessi personali, con una precisa comunicazione emotiva e propagandistica.

Domenica 25 settembre è avvenuta la celebrazione della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato.
Come ci ha ricordato Papa Francesco in un passaggio dell’enciclica Fratelli tutti: «Le migrazioni costituiranno un elemento fondante del futuro del mondo».

La costruzione del nostro futuro deve avvenire unitamente ai migranti, ai rifugiati: una verità, questa, così tanto dimenticata in un clima di avversione nei confronti del diverso. Eppure, Francesco ci ha ricordato che «i migranti non basta accoglierli: vanno anche accompagnati, promossi e integrati».

Proprio in quest’ottica, abbiamo affrontato il tema del Memorandum Italia-Libia, che il 2 novembre 2022 verrà rinnovato tacitamente per la seconda volta, a meno che l’Italia non colga finalmente l’occasione di interromperlo. Per capire la follia di questo patto, è necessario comprenderlo fino in fondo, anno per anno, ascoltando la voce di chi, da parlamentare, ne ha vissuto risvolti ed evoluzioni.

Qui il report completo del mese di settembre 2022 (link per il download):

MedReport2022_Settembre


Questi dati sono elaborati sulla base delle informazioni fornite dal Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del Ministero dell’Interno. I dati si riferiscono agli eventi di sbarco rilevati entro le ore 8.00 del giorno di riferimento.