Chiediamo un porto sicuro in UE per la nave mercantile “El Hiblu 1”


MEDITERRANEA Saving Humans sta monitorando, minuto per minuto, il caso della nave mercantile “El Hiblu 1”, petroliera battente bandiera turca, che ha fatto rotta verso Nord dopo aver salvato in mare un gruppo di persone fuggite dai campi di concentramento libici, in cerca di rifugio sulle coste europee.

L’articolo 33 della Convenzione di Ginevra parla chiaro : “nessuno Stato contraente espellerà o respingerà in qualsiasi modo un rifugiato verso i confini di territori in cui la sua vita o la sua libertà sarebbero minacciate”.
I governi che si oppongono a questo salvataggio e pretendono che la nave consegni i naufraghi in un porto libico, compiono un reato oltre che un atto disumano.
Facciamo appello alle istituzioni europee perché non voltino la testa da un altra parte ed aiutino le persone in fuga dai campi di concentramento libici.
Alla “El Hiblu 1” deve essere immediatamente assegnato un porto sicuro in un Paese europeo dove alle persone salvate siano garantiti i diritti umani fondamentali.