A cura di Redazione Mediterranea | 16 / feb / 2023

Nuovo bombardamento su Leopoli. Il Team sanitario di Mediterranea non si ferma.

Bombardamento Russo su Leopoli. Accanimento contro i civili. I nostri interventi di assistenza sanitaria nei campi profughi non si fermano

Bombardamenti Russi su Leopoli: I nostri interventi di assistenza sanitaria nei campi profughi non si fermano

Nella notte l’esercito russo ha bombardato per l’ennesima volta negli ultimi mesi l’area metropolitana di Leopoli, città dove è attivo il progetto Med Care for Ukraine di Mediterranea Saving Humans che porta assistenza sanitaria di base a circa 1500 profughi di guerra ospitati in città. 

Ancora una volta sono state colpite le sottostazioni elettriche, aggravando la crisi energetica che attanaglia non solo Leopoli ma tutta l’Ucraina. Sono stati lanciati 32 missili, di questi 16 sono andati a bersaglio. Proprio nella giornata di ieri il Sindaco di Leopoli aveva comunicato che quasi tutte le sottostazioni della città sono fuori uso. Questa notte l’esercito russo ha voluto accanirsi di nuovo contro i civili.

La mancanza di corrente, con temperature che arrivano molto sotto lo zero, comporta un peggioramento della vita di milioni di persone tra i civili residenti in città e gli sfollati interni ospitati nei campi. Senza luce, riscaldamento, con i tubi dell’acqua che si ghiacciano, il bombardamento delle centrali e sottostazioni elettriche ha il solo scopo di mettere in ginocchio la popolazione civile. 

In questo momento a Leopoli è presente la nostra 15esima missione medica del progetto Med Care for Ukraine. Il nostro team medico sanitario ci riferisce di allarmi antiaereo che sono risuonati durante la notte e hanno costretto la popolazione nei rifugi. Non si registrano vittime né feriti in città e nei campi profughi.


Anche oggi il nostro team ha attivato l’ambulatorio medico mobile per recarsi nei luoghi di accoglienza degli sfollati di guerra provenienti dall’est del paese occupato dai russi, per portare visite mediche e medicine.

Dall’inizio della crisi energetica le nostre missioni umanitarie, che vanno avanti dal marzo dello scorso anno, consegnano ogni mese generatori di corrente nella città di Leopoli per contribuire a garantire l’elettricità alla popolazione civile. 

Oggi più che mai, davanti alla violenza della guerra che colpisce i civili è necessario un impegno di solidarietà della società civile europea per garantire un supporto energetico alla popolazione civile. 

Per questo è sempre attivo il nostro crowdfunding per l’acquisto di generatori di corrente e per supportare le missioni umanitarie del progetto Med Care for Ukraine.

Torna alle notizie

Altri "Articoli e editoriali"

«Chi salva una vita
salva il mondo intero»

Soccorriamo l’umanità insieme, sostieni le nostre missioni nel Mediterraneo.

«Fai qualcosa di concreto
per la Pace»

Le nostre missioni in Ucraina hanno bisogno di te per aiutare la popolazione civile.

Seguici
lungo il viaggio!

Lasciaci i tuoi contatti per ricevere NAVTEXT, il nostro servizio aperto a tuttə di aggiornamento periodico sulle attività di mare e di terra.

Disclaimer

  • Dichiaro di aver preso visione dell’informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei dati.