Libia – pescherecci italiani. Nave Jonio dal Mediterraneo: disponibili a fornire assistenza ai connazionali fermati dai libici.


Abbiamo appena appreso dagli organi di stampa che alcune unità navali libiche, non è dato sapere se con mezzi forniti dall’Italia, hanno sparato contro 2 pescherecci di Mazara del Vallo che si trovano ora in stato di fermo al porto di Ras Al Hilal.
Questo episodio conferma che la Libia, nelle sue diverse e contrapposte milizie e forze che detengono il potere, non può essere considerata in nessun modo un interlocutore per l’Italia.
Il nostro Governo ha grandi responsabilità nell’avere attrezzato e finanziato le autorità di un simile paese delegando loro la gestione di migliaia di vite umane e contribuendo a mettere in pericolo, come dimostra l’episodio di oggi, anche chi lavora in questo tratto di mare.
Siamo vicini ai pescatori, alle loro famiglie e alla comunità di Mazara del Vallo che in queste ore vivono in apprensione per le sorti dei loro cari.
La Mare Jonio si trova in questo momento davanti alle coste libiche nell’ambito della missione di monitoraggio della Piattaforma Mediterranea ed è disponibile a collaborare con il Governo italiano e con le autorità competenti per fornire assistenza ai due pescherecci e ai nostri connazionali trattenuti in queste ore in Libia.

 

Comunicato Mediterranea 10.10