News

Evacuazione immediata per i profughi della nave Nivin a Misurata. Il loro destino è responsabilità dell’Italia e dell’Europa.

Che cosa sceglierebbe ciascuno di noi tra la violenza che rischia di abbattersi sulle decine di persone barricate dentro la nave commerciale Nivin e la riconsegna alle carceri libiche, con la certezza di tornare a subire torture, fame, stupri, abusi che non si riesce neppure a descrivere? continua

News

La solidarietà di Mediterranea ai volontari di Baobab

È in corso da questa mattina lo sgombero del presidio di Baobab Experience a Piazzale Maslax a Roma.
Il campo informale, nato 3 anni fa, garantiva un rifugio ai migranti in transito, ai dublinati e a tutti coloro che non trovavano altre forme di accoglienza dallo Stato.
Baobab viene sgomberato, per l’ennesima volta, senza che le autorità competenti trovino una risposta all’emergenza. continua

News

Mediterranea è parte di “Interferenza sulla Libia”. Dal mare alla terra per salvarci insieme.

“Interferenza sulla Libia” è la serie di iniziative promosse da tante realtà di Palermo che ogni giorno, con le loro pratiche e le loro parole, costruiscono una storia completamente diversa da quella rappresentata nel corso delle Conferenza internazionale sulla Libia che il governo italiano ha imposto in questa città nelle giornate del 12 e del 13 novembre. Il presidente del Consiglio ha dichiarato che si tratta di un vertice organizzato per il popolo libico”. Ma i popoli, in simili consessi, sembrano apparire solo sullo sfondo come masse sacrificabili, mentre gli equilibri geopolitici si costruiscono su calcoli e strategie che ben in poco conto tengono la vita delle persone. continua

News

Mediterranea denuncia prassi governative che mettono a rischio le vite umane.

Per non assumersi la responsabilità di salvarle? Segnalazione di un gommone con 27 persone in difficoltà è stata ieri diramata con un ritardo di 9 ore.

Nella notte tra giovedì 8 e venerdì 9 novembre circa 150 persone sono arrivate sull’isola di Lampedusa.

Fra queste un gommone di colore nero, con a bordo 27 persone, di cui 8 donne e 6 bambini. In particolare, il caso di questa imbarcazione è stato seguito dalla Mare Jonio, che era partita alle ore 17:10 dal porto di Lampedusa in direzione Sud Est per proseguire la propria attività di monitoraggio e denuncia nella zona SAR maltesi e in quella controllata dalle forze libiche. continua

News

Mediterranea denounces government practices that are puting human lives at risk.

Is this to avoid the responsibility of saving them? Yesterday, a rubber boat with 27 people in distress was reported with a delay of 9 hours.

In the night between Thursday 8 and Friday 9 November, about 150 people arrived on the island of Lampedusa.

Among these, there was a black rubber boat with 27 people on board, with 8 women and 6 children. The case of this boat was followed by the Mare Jonio, which left at 17:10 from the port of Lampedusa in a southeasterly direction to continue its monitoring and reporting in the SAR area of Malta and in the one controlled by the Libyan forces.

continua